Missione Archeologica Italiana a Tmogvi e Apsaros (Gonio), in Georgia

La provincia di Samtskhe, situata nella parte meridionale dell’odierna Georgia, è una terra densa di storia, caratterizzata da splendidi panorami e da notevoli ricchezze culturali e paesaggistiche.

Il territorio a sud del villaggio di Tmogvi, detto anche Bertakana, rappresenta un sito archeologico del tutto unico. Qui infatti il Prof. Livio Zerbini, dell’Università di Ferrara, e il Prof. Vakhtang Licelli, Direttore del Dipartimento di Archeologia dell’Università Statale “J. Javakhishvili” di Tbilisi, nel Settembre dell’anno 2009 hanno individuato oltre trecento sepolture monumentali, il cui arco cronologico va dal IV-III millennio a.C. al III-IV secolo d.C.

Gli scavi sinora effettuati hanno confermato la grande importanza del sito archeologico, che nell’antichità era caratterizzato da un massiccio insediamento umano.

Nell’anno 2014 la Missione Archeologica ha esteso l’attività di scavo anche nel forte di Apsaros, l’attuale Gonio, nei pressi della città di Batumi, sul Mar Nero. Il forte di Apsaros dal I secolo d.C. faceva parte del sistema difensivo romano lungo le coste del Mar Nero.

UA-73419276-2